Il Castello di Massa


Copyright© http://www.mariopegollo.it/


Federico Barbarossa diede quel castello a Obizzo Malaspina nel 1164. Fu occupato dopo dalle truppe di Corradino (re di Sicilia e Gerusalemme, duca di Souabe e re dei Romani, opposto all’alleanza tra i Malaspina e l’Impero) e raso al suolo dai Lucchesi. Desiderato a causa della sua posizione strategica che permetteva il controllo simultaneo della costa e delle terre interne, vari proprietari ve si successero finché i marchesi Malaspina di Fosdinovo l’acquistarono nel 400. I marchesi di Massa, primi proprietari, vi si stabilirono nel secolo X collo scopo di garantire la sicurezza dei mari e lottare contro i pirati ed i Saraceni che seguirono fino alla Corsica ed alla Sardegna. Sotto Iacopo I, marchese di Fosdinovo, furono realizzati importanti sistemazioni. Qualche generazione più tardi, Alberico e Ricciarda Malaspina terminarono l’abbellimento della residenza signorile. Nel 1557, Alberico I Cybo Malaspina, figlio di Ricciardo, decise costruire la muraglia della città e le porte Salvatore, San Martino, Pasquino e Martana.