Il Castello di Oramala


Copyright© http://www.mariopegollo.it/


Il castello di Oramala è di grande interesse storico ed artistico. La rocca di Oramala fu la prima dimora della famiglia Malaspina che ci stabilì uno dei marchesati più potenti dell’Italia settentrionale. Nel 1167, Obizzo I, che scortava Federico Barbarossa da Pontremoli fino alla Germania, ospitò l’Imperatore in quel castello in mezzo ai boschi, nella Val Staffora, a 750m di altezza. Per i Malaspina, quell’epoca fu quella del loro massimo splendore, non solo per le loro imprese di guerra, ma anché per le loro attività culturali. Infatti, fu in quella potente e solitaria dimora che soggiornarono i più famosi trovatori
provenzali, e più tardi Dante Alighieri, che celebrò i suoi ospiti nel canto VIII del Purgatorio. Il castello fu dopo fortificato nel 1474 dal marchese Niccolò Malaspina che gli diede un aspetto maestuoso ancora visibile oggi. Diventato nel corso dei secolo la residenza secondaria dei marchesi, il castello fu abbandonato dopo l’estinzione del ramo e restaurato nel secolo XX dai nuovi proprietari.