Castello della Pietra


Copyright© http://www.mariopegollo.it/

 

Ai vescovi di Tortona si dovrebbe la costruzione del Castello della Pietra, uno dei castelli più suggestivi della Liguria, incastrato tra due picchi in modo quasi simbiotico, seguendo i movimenti della roccia. Probabilmente costruito per proteggere la Valle delle incursioni saracene, secondo alcune fonti, il castello sarebbe stato dato ai Marchesi de Gavi dai vescovi di Tortona nel 1050. Altri sostengono invece che i marchesi di Gavi, ramo obertengo cugino dei Malaspina, avrebbero acquistato il castello alla fine del XII secolo o inizi del XIII. Sulla base della storia della città di Crocefieschi, a cui il destino di Vobbia si trovò attaccato, può essere che entrambe le opzioni siano vere, la presenza di Gavi essendo stato così intermittente. Sembra in ogni caso certo che nel 1164, il castello era dai Malaspina. Essi lo  mantennero un breve tempo: Moroello Malaspina, figlio di Obizzo, sconfitto da Genova in Monleone nel 1174, fu costretto a vendere il castello al Comune. Secondo altre fonti, i Malaspina avrebbero comunque continuato ad occupare i luogo fino al 1252. Tra la metà del XIII secolo e il XVII, il feudo passò successivamente nelle mani dei Visconti, Della Pietra, Spinola, Fieschi ed Adorno fino al 1797.