Il Castello di Verrucola Bosi


Copyright© http://www.mariopegollo.it/


Colla sua massa spettacolare, il castello costituisce un prezioso esempio di architettura medioevale. Spinetta Malaspina vi si rifugiò nel 1312 quando Castruccio Castracani assediò la fortezza per due settimane. Dopo l’esilio, Luigi di Baviera restituì a Spinetta il castello ed il feudo nel 1328 dopo la morte del suo nemico. In quel momento, Spinetta intraprese lavori di restauro, sperando di creare un centro politico e militare per tutta la Lunigiana. I discendenti di Spinetta gestirono il feudo fino al 1477. Nel 1471  si stabilì a Fivizzano una delle prime stamperie dell’Europa. 

 

La torre cilindrica di Verrucola domina dal alto di un passo il paese di Fivizzano. Di origine chiaramente militare, fu edificata nel 300 per proteggere il castello vicino dei marchesi di Verrucola ed incrementare la sua capacità difensiva.