I Vescovi MALASPINA di LUNI


 

Durante il medioevo, Luni fu uno dei vescovadi più importanti dell'Italia del Nord. Fin dall'alto medioevo, Carlomagno concesse ai vescovi privilegi che furono confermati nel 900 dal re d'Italia Berengario II, che nel 940 nominò Oberto I marchese di Luni. Oberto riuscì ad ampiare il suo feudo col controllo di una regione che se stendeva da Carrara fino a Tortona e Genova, che divenne la Marca di Liguria orientale in cui si includeva una parte della Toscana, Parma e Piacenza.

 

Nel 963, suo figlio Adalberto ci integrò nuovi territori, fra i cui Sarzana. Nel secolo XI, collo sviluppo della via Francigena che permetteva ai pellegrini di tutta Europa di recarsi a Roma, il vescovado di Luni crebbe in importanza. 

 

Colle divisioni fra i vari rami nati da Oberto (I Pallavicini, Massa Corsica, Malaspina, Este...) e la scomparsa di un potere centrale forte, il vescovado di Luni perse della sua influenza, isolato in mezzo a feudi più potenti e comuni in espansione. 

 

A Luni, i vescovi ripresero il potere lasciato vacante dai descendenti di Oberto, chiamati ad altre lotte. Pero i vescovi non riuscirono mai ad imporsi sulla scena politica del nord dell'Italia. La popolazione lasciò persino il vescovado per installarsi nella città di Sarzana, seguita dai stessi vescovi che nonostante continuarono a portare il titolo di vescovi o conti di Luni.

 

La lotta fra questi ultimi ed i marchesi Malaspina che circondavano il vescovado durò vari decenni, fino alla pace di Castelnuovo nel 1306, preparata da Dante. 

 

Tornata la pace, il clero decise di affidare il vescovado ad un membro di questa potente famiglia, e Gherardo Malaspina, figlio di un marchese del ramo dello Spino Fiorito, fu nominato nel 1312. Con questa nomina, il vescovi intendevano mettersi sotto la protezione dei potenti marchesi Malaspina per resistere alle pressioni di Pisa e Lucca.

 

Però Gherardino non potè lottare contro Castruccio Castracani, visconte di Lucca, che s'impadronò di Luni e Sarzana. Gherardino lasciò dunque Sarzana e morì nel 1318.