LUIGI MALASPINA DI SANNAZZARO (1754-1834)


Luigi Malaspina di Sannazzaro, nobile pavese, fu ciambellano dell'Imperatore del Sacro Romano Impero alla fine del secolo XVIII. 

 

Da giovane, percorse l'Italia e soggiornò in Francia, Inghilterra e Germania. Di ritorno in Italia, fu incaricato dall'Imperatore Giuseppe II d'amministrare l'ospedale di Pavia che divenne un modello in tutta l'Italia. Fu dopo delegato reale dell'Università. L'invasione francese lo costrinse a lasciare Pavia, ma ritrovò il suo feudo dopo la sconfitta dell'esercito napoleonico nel 1814. Partecipò allora al Congresso di Vienna come rappresentante pavese per le negociazoni che riguardavano il ritaglio dell'Italia. Il 12 febbraio del 1816, fu decorato dell'ordine de la corona di ferro da Francesco I, primo Imperatore d'Austria, nel palazzo imperiale di Milano. 

 

Dopo il suo soggiorno a Vienna, tornò a Pavia. Appassionato d'arte e architettura, pubblicò un catalogo della sua collezione di stampe e fece construire, con fondi propri, un palazzo destinato all'insegnamento delle belle arti, di cui disegnò i piani. Alla morte, lasciò una ricca collezione di quadri e stampe, raccolta durante i suoi viaggi a Milano o in Germania, e che costituiva una delle più ricche d'Italia nella prima metà del secolo XIX. Essa si trova oggi nella Pinacoteca Malaspina di Pavia. 

 

Luigi Malaspina pubblicò vari libri :

 

- Delle Leggi Del Bello Applicate Alla Pittura Ed Architettura Saggio 1791

 

- Osservazioni sugli spedali, sugli Stabilimenti di Beneficenza e su differenti caratteri delle inclinazioni e delle passioni, Pavia, 1793

 

- Memorie storiche della fabrica della catedrale di Pavia, Milano, 1816

 

- Guida di Pavia, Pavia, 1819

 

- Cenni di pubblica economia relativa all’industria e riccheza delle nazioni, Milano, 1820

 

- Catalogo di una raccolta di stampe antiche, Milano, 1824.

 

- Memoria sugli apparenti caratteri delle inclinazioni e passioni, Milano, 1826

 

- Cenni sulla mitologia egizia, 1828

 

- Saggio sulle leggi del bello applicate alla pittura ed architettura, Milano, 1828

 

- Inscrizioni lapidarie, Milano, 1830

 

- Elementi tratti delle piu accredidate opere per la fabbricazione dei vini, Milano, 1831

 

- Quadro storico della greca architettura, Milano, 1831

 

- Lettera intorno alla cattedrale di Pavia, Milano, 1832

 

- Elenco di Idoli egizi, Milano, 1832

 

- Memoria intorno alle diramazioni dei popoli sulla superficie del globo, e singolramente in Italia, Milano, 1834

 

- Relazione di un viaggio in varie province d’Europa

 

- Descrizione della Certosa di Pavia