OBIZZO MALASPINA ( + 1185)


Figlio del marchese Alberto, che fu il primo a chiamarsi Malaspina, Obizzo si distinse nel secolo XII per la sua partecipazione a numerose battaglie in Italia e per le sue relazioni coll’Imperatore Federico Barbarossa

In un primo tempo rivale dell'Imperatore Federico I, Obizzo si era legato coi comuni lombardi nella loro lotta d'indipendenza in cambio di uno sbocco sul mare. Partecipo a varie battaglie, fra le quali quella di Tortona nel 1155 contro le volontà egemoniche dell'Imperatore. Invece, nel 1164 cambio campo e si avvicinò di Federico chi, per ringraziarlo, l'investì di numerosi feudi in Lunigiana, Emilia, Lombardia e Piemonte il 29 settembre. Tornando di Roma, Federico I si trovò bloccato in Lunigiane da i comuni italiani ed  Obizzo che gli venne in aiuto, scortandolo nelle valli di Aveto, di Trebbia e di Staffora. L'Imperatore si fermò anche nel castello di Obizzo ad Oramala. Qualche anno più tardi, Obizzo si giunse di nuovo ai comuni lombardi e partecipò alla vittoria di Legnano contro l'Imperatore nel 1175 ed alla Pace di Costanza nel 1183, che celebrò la vittoria definitiva dei comuni ed il riconoscimento dei loro poteri regaliani e delle loro libertà negli affari comunali. Obizzo morì nel 1185, lasciando tre figli : Obizzo e Moroello, cui discendenti si divisero il vasto feudo qualche decennio più tardi, ad Alberto che si distinse nell'arte della poesia.